I consigli del Pork Chop Express

Qui è Jack Burton del Pork-Chop Express, che parla a chiunque sia in ascolto.Come dicevo sempre alla mia ultima moglie, io mi rifiuto di guidare più velocedi quanto possa vedere, a parte questo è solo una questione di riflessi.I consigli del vecchio Pork-Chop Express sono preziosi specialmente in questo momentoin cui l’economia sta crollando come un castello di sabbia costruito troppovicino alla schiuma marina.

Ho caricato un autostoppista qualche sera fa. Cazzo quanto cazzo stava diluviando. Mi dispiaceva lasciarlo sul bordo dell’autostrada come un cane abbandonato dai padroni sulla Salerno-Reggio Calabria.
Era un direttore di banca.
La sua carretta non ne voleva sapere di ripartire.
Ci ha pensato Jack a riportarlo al campo base.
Durante il tragitto il primitivo mi ha spiegato il suo modo di far risollevare il paese dalla crisi.
Domanda: “Jack ma con il lavoro che fai sei mai andato a puttane?”
“No amico. Jack non paga per avere una donna. Paga per mandarla via”
“Sei un duro allora”
“Sono Jack..”
“Io ci vado spesso a puttane”
Non sembrava il tipo da scopata in camporella. Aveva un cazzo di vestito che io non potrei permettermi neanche a viaggiare per una settimana intera. Gli chiesi di spiegarsi meglio, provando ad entrare nella parte.
“Sei pronto?”
“Sono nato pronto”
“Allora, mettiamo caso che tu debba uscire con una donna la prima sera. Dove la porteresti?”
“E che cazzo ne so amico”
“Ad esempio a fare un aperitivo”
“Non faccio aperitivi”
“A cena ci andrai?”
“Quando ho il tempo di fermarmi”
“Bene, allora, siete a cena fuori. Una bella serata, piacevole, insomma va tutto come dovrebbe andare. Quando si arriva al momento del conto. Vuoi farla pagare? O peggio ancora fare alla romana?”
“Jack non porta nessuna a cena. Pero’ sto cercando di stare al gioco. Quindi no” “Bravo. Continua a stare nel personaggio. Poi dopo cena andate in un locale, o al cinema per esempio. Anche lì, vuoi farla pagare? Il tuo lavoro ce l’hai, non sei un parassita studente universitario che vive alle spalle dei genitori come l’ameba che ogni tanto vedo passare in casa mia”
“Si, probabilmente pagherei anche il cinema”
“No probabilmente. Sicuramente! Perché nella tua testa stai già pensando al dopo. Sei stato così carino con lei che mi sembra il minimo che prima di riportarla a casa ci diate dentro”
“Beh, questo non è detto. E’ soltanto la prima uscita. Magari becchi una con dei valori”
“Ed è proprio qui che volevo arrivare. Al dopo cinema. A quando per salutarti ti da una bacetto sulla guancia prima di fiondarsi fuori dalla macchina”
“Dal camion”
“Ok, dal camion. Ti sembra giusto. Dopo tutto quello che hai fatto per lei..”
“Le ho solo offerto da mangiare e il cinema. Non l’ho salvata da un primitivo alto due metri e mezzo con l’occhio sanguigno”
“Ti sembra poco? Mettiamo che tu sia andato in una normalissima pizzeria. Una pizza, una birra e il dolce. Di media fanno venti euro a testa. Il cinema: otto euro a testa. Vogliamo metterci anche i pop corn e da bere?”
“Quelli lasciamoli mettere a lei”
“Hai ragione, tralasciamo le spese inutili. In una serata dal tuo portafoglio sono usciti cinquantasei euro. E nonostante ciò te ne sei tornato a casa con il sangue fermo nella zona inguinale. Se andavi a puttane avevi risparmiato sei euro per un rapporto completo e, ascoltami bene, la bellezza di ventisei/trentasei euro per un pompino. E’ così che si fanno i soldi amico”
“Non chiamarmi amico ok?”
“Scusa Jack”
“Ma se dopo la prima uscita ne viene un’altra, poi un’altra ancora, si arriva alla terza e ad una quarta non credi che prima o poi i conti saranno pareggiati?”
“Che vuoi dire?”
“Voglio dire che prima o poi anche lei inizierà ad offrirmi qualcosa”
“E tu avresti il coraggio di guardare una donna negli occhi dopo che ti ha pagato la cena?”
“La guarderei e non vedrei niente di male”
“Sei uscito dal personaggio Jack. E comunque bisogna vedere quante volte offri tu e quante volte offre lei. Fidati, le puttane sono il risparmio. Adesso che c’è la crisi è per questo che hanno aumentato il numero dei clienti”.

Se lo dice un direttore di banca….

Dopo averlo scaricato davanti al cancello di casa e dopo aver visto che c’è molta più passera ferma davanti ad un lampione piuttosto che a giro per le strade, un pensierino ce lo farei davvero.

Ragazzi con questo non voglio dire che sono un uomo di mondo e che la vita per me non ha più segreti, anzi, sono convinto che il nostro pianeta ci riservi ancora molte sorprese e che bisogna essere dei deficienti per credere che in questo universo siamo soli.
Qui è Jack Burton dal vecchio Pork-Chop Express.
Passo e chiudo.