Manuale d’istruzioni

discomani

Matte vi odia tutti.
A prescindere che voi siate uomini, donne o bambini.
Matte vi odia.

Una promessa è sempre una promessa, cosi per passare un venerdi diverso dal solito me ne sono andato al Central Park.

Che posto bellissimo, ma soprattutto la gente, una gran bella gente, la crema, ma no la crema è riduttivo, la crema chantilly di Firenze e dintorni. L’ultima volta che avevo visto una fauna che mi ricordava quella era quando da bambino mi portarono allo Zoo di Pistoia e forse parecchi provenivano proprio da li. C’era proprio bisogno di aprire le gabbie??? Prima di entrare volevo osservare attentamente sia i protagonisti principali sia l’ambiente per poter scrivere stamani un post degno della serata. E’stato più facile del previsto anche perchè dopo la decima fighetta e il quinto foggiano consecutivo avevo gia capito l’andazzo.
Comunque, per prima cosa devi subito farti notare dalla folla in coda per entrare rombando al massimo il motore della tua vettura. Si perchè la puzza di frizione bruciata deve fargli capire che “Ehi, il bomber è arrivato e ora non ce n’è più per nessuno!” Non importa che macchina hai, beh se hai la Mini e la 500 sei già un bel passo avanti, l’importante è sgassare e mi raccomando, braccio appoggiato sul finestrino rigorosamente giu e la musica che esce dal tuo autoradio deve essere più forte di quella gia assordante che proviene dall’interno della disco. Altra cosa fondamentale è avere il babbo o la mamma parrucchieri, non averlo significa essere come la Fiorentina ad inizio campionato dopo Calciopoli. Consiglio anche una bella lampada perchè la tua pelle deve sembrare quella del pollo arrosto per essere veramente cool.
E ora dividiamoci in fiocchi azzurri e in fiocchi rosa:

PER I MASCHIETTI – la faccia dev’essere obbligatoriamente corrucciata, magari con un po di broncio o di bocca torta da sembrare uno tosto. E quando parli la voce deve essere fioca, tanto non serve parlare, le poche parole che ti escono non devono essere capite cosi quando qualcuno ti richiederà cosa hai detto con aria sfavata gli devi sparare un secco “diahane” e girarti dall’ altra parte. Giacca e camicia sono sempre una sicurezza, basta che la camicia abbia i primi 3 bottoni aperti, senno’ un bel maglioncino e una maglia superaderente quasi da farti sembrare sottovuoto rigorosamente scollate a V per mettere in evidenza il petto glabro o impeccabilmente depilato. Pantalone strappato o anche quello superattillato magari con le spille da balia
ad altezza caviglia posteriore per dare quel tono di “Guardate che fatica ho fatto per mettermeli”. La scarpa deve chiaramente riprendere almeno un colore del sopra, se non la si possiede male, ma con una Gucci o con una bella punta alla Aladino si puo tranquillamente sopperire questa mancanza. Ok, il tuo look è pronto. All’interno devi essere il padrone del posto, non importa che tu non ci sia mai stato, devi dare sicurezza e spigliatezza, districandoti in assoluta scioltezza. Quando fermi una ragazza mi raccomando frasi assolutamente senza senso, o magari per sembrare ancora più il boss
del tuo gruppetto, fermala per qualche tuo amico anche se a lui non interessa, farai sicuramente colpo perchè penseranno che sei quello più sciolto, quello più avanti e quello da cui tutti dipendono. Yes, sei il numero 1! Non esagerare con i “diahane” magari la ragazza lavora alle edizioni Paoline, quindi uno ogni tanto da tono ma non troppi. Il drink deve essere qualcosa di superforte, sorseggialo lentamente perchè ti deve durare almeno una mezzora e se ti fa schifo, lascia sciogliere i cubetti di ghiaccio cosi si allunga. Fai il pieno di bevute entro le due perche non devi assolutamente farti trovare con qualcosa nel bicchiere che non sia alcolico, la tua reputazione con il passare del tempo ne potrebbe risentire.

PER LE FEMMINUCCE – prima cosa sotto quella frangia cosi geometrica o sotto quell’interminabile ciuffo, farsi stampare a caratteri cubitali un bel “Vaffanculo” sulla fronte, così quando qualche novello Costantino ti ferma mostraglielo con decisione. E’ quello che vuoi essere fermata ma assolutamente non dare relazione a nessuno, magari se ci riesci scroccagli una bevuta e mandalo a cagare. Si, lo so ok, potrebbe essere l’uomo della tua vita, il principe azzurro che tutte cercano e che per tutte non esiste, ma non stasera. Se il fato vorrà vi incontrerete ancora per farvi fidanzare, sposare e procreare, ma non stasera. Il look deve essere mirato sulla cosa del tuo corpo che più ti contraddistingue. Se sei maggiorata allora vai con una bella canottiera o una magliettina scollata o una camicina aperta per evidenziare in modo estremo il tuo balcone. La ciliegina sulla torta è una collana con il ciondolo che ti entra proprio nel mezzo dello spacco delle tette. Se ti senti come Jennifer Lopez allora gonna bianca o di jeans, talmente corta che quando apri le gambe devi fare riscontro, oppure un bel paio di pantaloni anche quelli preferibilmente bianchi o di jeans che devono dare l’effetto del
vestito di Britney Spears nel video di Oops I Did It Again. Occhio viglie perchè appena noti che qualcuno ti guarda il culo o le poppe domanda subito con aria stralunata a qualche tua amica “ma perchè mi guardano tutti le tette/il culo?” Comunque è la scarpa la cosa fondamentale, ora io sulle scarpe da donne  potrei fare un clinic, quindi non voglio soffermarmi troppo, mi raccomando tacco vertiginoso e fascettina sui piedini con lo smalto che deve essere dello stesso colore delle mani che a sua volta dev’essere abbinato al colore del sopra. Se non sai camminarci, o se dopo un po cominciano a farti male, fottitene, vorrà dire che starai immobile una serata intera ad aspettare che qualcuno ti dica qualcosa (ma ricorda non stasera!!!!). La borsa dev’essere dello stesso colore delle scarpe, se non ce l’hai o vai a comprartela di corsa o cambi progammi per la serata. Non bere nient’altro che gin lemon, qualsiasi altra cosa è proibita e bandita, non devi sembrare un’alcolizzata. Se per caso tu fossi prossima alle tue cose prova a farti offrire una bevuta da qualche garçon dopo le due per metterli un po’ in difficoltà. Ultima cosa, ma non per importanza, ricordati sempre di quello che hai in mezzo alle gambe. Grazie a quella puoi comandare il mondo.

Nonostante i miei quasi duecento centimetri di statura, ogni volta che entro in un locale del genere mi sembra di essere invisibile ma soprattutto abbondantemente fuori luogo. Non ho mai capito il perché. Forse perché non ho niente da condividere con quella massa di somari. O forse perché essendo pelato non posso avere il ciuffo e di conseguenza sono emarginato a prescindere. Ci sono troppi forse ed una sola certezza.

Perla della serata quando una stronza in totale mutismo mi indica e mi fa il gesto dei surfisti puntando il mio bicchiere per scroccare una bevuta. La mongola non aveva visto che nel bicchiere c’erano rimasti solo i cubetti di ghiaccio cosi con il mio classico aplombe gliel’ho dato chiedendole di buttarmelo via. Ringraziandola ovviamente, perchè sono un signore.
L’apoteosi dello squallore è arrivata quando tra le “canzoni” hanno messo Another Brick In The Wall versione remix. Vedere tutta quella gente dimenare le braccia al vento mi ha fatto una pena. Secondo me per la maggior parte di quei celebrolesi se dici Pink Floyd pensano che Floyd sia il cognome nascosto della cantante cosi come se leggono Dire Straits loro Straits lo dicono davvero e oltretutto lo dicono come si legge!

E d’altronde è questa qui la realtà di questa vita…
ci si guarda solo fuori
ci si accontenta delle impressioni
ci si fotte allegramente…
come se fosse niente…

Travis Bickle aveva ragione quando diceva:
Vengono fuori gli animali più strani, la notte: puttane, sfruttatori, mendicanti, drogati, spacciatori di droga, ladri, scippatori. Un giorno o l’altro verra’ un altro diluvio universale e ripulirà le strade una volta per sempre“.

Sulle note di Comfortably Numb mi congedo da voi miei affezionatissimi lettori che sempre fedeli mi leggete.

Ricordatevi che mentre qualcuna di voi sta entrando in questo blog, io starò entrando dentro qualcuna di voi.

Spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato
Nonostante tutto,
Matte continua ad odiarvi.

Cheers…

2 comments
  • è ufficiale, creerò il tuo fan club!!!! come cavolo ti son venute in mente le edizioni Paoline!?!? Geniale!!

  • penso sia dalla 4a superiore che non entro al central ma la situazione è sempre la solita…
    allora sono contenta di non aerci più messo piede e di stare una serata in centro anche davanti a un locale senza manco entrarci a chiacchierare con voi…almeno li si può chiacchierare senza essere rincoglioniti da quella che chiamano "musica" che mi pare sia una bestemmia bella e buona!!! ***

Further reading

Instagram feed

Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.Follow @matteoaiello