San Giovanni Vaffanculo!

Matte vi odia tutti.
A prescindere che voi siate uomini, donne o bambini.
Matte vi odia.
Puntuale come un orologio svizzero è arrivato anche quest’anno San Giovanni che qui a Firenze significa una cosa sola: i fochi!
Mai e poi mai un fiorentino doc puo’ perdersi la visone di cotanta bellezza in riva all’Arno.
Quindi via, si parte, tutti in macchina.
“L’anno scorso facevan’ cahare”
“Ma come? Io belli come quelli dell’anno scorso non li avevo mai visti??”
“Si ‘na sega, ma vo’ mette’ come quelli di du’anni fa!”
“Oh ma quest’anno indolla si mette la macchina??”
“Ah boh, speriamo di trova’ posto più vicino dell’anno scorso perché un c’ho voglia di camminare”
Queste sono le classiche conversazioni che si fanno in macchina mentre siamo in coda sui viali. Si perché si pensa sempre di fare la partenza intelligente e alla fine nemmeno tutti avessero l’orologio sincronizzato ci si ritrova sempre più fermi e sempre più incazzati sui viali. E allora, niente macchina, si va col motorino. Per trovare posto a un motorino bisogna essere stati dei campioni del mondo di Tetris. Facile eh, arrivare e trac parcheggiare, che San Giovanni sarebbe… E poi via di corsa sui lungarni a fare a spallate per avere la visuale migliore, fondamentalmente non perché i fochi interessano ma per fare gli spavaldi il giorno dopo con colleghi e amici. E dopo un’ora di coda in macchina, duecento moccoli perche non si trova mai posto, settecento spallate e duemilacinquecento pestate di piedi ricevute, si assiste a quello spettacolo mozzafiato. Dieci minuti netti di bum bum budubumbum con scroscio finale di applausi manco si fosse alla Scala di Milano a vedere Riccardo Muti.
E quando tutto finisce……
via ancora un’ altra ora di macchina, ariduecento moccoli perchè non si scorre con sottofondo di cantilene per dolori di piedi causa tacchi troppo vertiginosi e come diceva Pieraccioni in una sua canzone:
Firenze spara i fochi quando arriva S.Giovanni noi si guardano e si dice L’eran meglio queglialtr’anni
E nonostante questo sia il classico rituale non so da quanti decenni, il prossimo anno state sicuri che nessuno per nessun motivo se li perderà!

Ricordatevi che mentre qualcuna di voi sta entrando in questo blog, io starò entrando dentro qualcuna di voi.

Spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato
Nonostante tutto,
Matte continua ad odiarvi.

Cheers…

3 comments
  • Ma a te un ti va mai bene nulla? Va\’ia polemico; tu mi sembri un pensionato al bar. Ora giovedì ti brontolo un po\’ io quando tu sbagli i passaggi alla Aquilani…

  • ahahah…bellissima la canzone del Pieraccioni, pensa te c\’ho tutta la cassetta!!!
    E comunque a mei fochi mi ci garbano e chi va a vederi con la macchina l\’è una fava di lesso perchè lo sa come funziona!ciao bellino…stasera…poderino????ci siete…

  • c\’ha ragione i\’bianco…lamentone!!!!! ma goditela cazzo!!!!! tu mi pari i\’Masala!!! ti manca d\’andare a i\’circolino ahahahahah.
    bona merda
     

Further reading

Instagram feed

Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.Follow @matteoaiello