Posso succhiartelo

Matte vi odia tutti.
A prescindere che voi siate uomini, donne o bambini.
Matte vi odia.

Questa devo assolutamente raccontarvela.
Esco da lavoro. Saranno state le 22.10 più o meno. Nonostante il freddo, mi metto un po’ fuori a cazzeggiare con due mie colleghe. Si parla del più e del meno ma sono stanco morto. L’unica cosa che voglio è tornare a casa e allungare le gambe. Scendo nel parcheggio sotterraneo insieme ad una di loro, ci salutiamo (non è vero, le racconto un paio di cose che è meglio non rivelare per questione di privacy) e mi dirigo saltellando verso la Smart. Perché per quelli che non lo sanno, ho venduto il carro funebre per comprare la Smart. Perché l’ho fatto? Che domande, per cercare di dare un taglio alle trombate in camporella. Finalmente la settimana è finita. Adesso ben due giorni liberi mi stanno aspettando. Apro il bagagliaio per metterci la divisa da lavare quando leggo la seguente scritta sul vetro. POSSO SUCCHIARTELO. La scritta è divisa in due parti perfettamente simmetriche. C’è il POSSO alla mia sinistra ed il SUCCHIARTELO alla mia destra. Mi viene subito da ridere perché non capisco.
Intanto, è una domanda? Se sì, chiunque tu sia dov’è il punto interrogativo? Non è una dimenticanza da poco conto quella che hai fatto. Adesso ti spiego perché prima di incunearmi in un altro campo. Allora, se intendevi farmi una domanda e hai dimenticato il punto interrogativo io non posso risponderti perché non sono sicuro che sia una domanda. Se invece era un’affermazione, beh allora devi dirmi che cosa ti ha fatto di così male l’italiano. Santo il Signore, non devi usare il verbo potere ma ad esempio dovere (DEVO SUCCHIARTELO) oppure  volere (VOGLIO SUCCHIARTELO). Mi capisci che fare un errore del genere con una persona che sogna di diventare scrittore, compromette di un pezzo la tortuosa strada verso il mio organo genitale. Però dai, non voglio essere così categorico né fare il maestrino della situazione dato che i maestrini non li ho mai potuti vedere.
Mi avvicino alla scritta ed inizio a fare una sorta di analisi balistica. Esatto, quella che nei film fanno i poliziotti della scientifica sui bossoli dei proiettili. C’è un nodo che non è stato sciolto (e non lo è ancora): si tratta di un uomo o di una donna? La calligrafia è rotondeggiante, tipicamente femminile ma anche la mia lo è. Mi hanno sempre preso per il culo per come scrivevo e poi dopo le mie esperienze di tentativi di imbrocco da parte dell”altro sesso non c’è niente da sottovalutare. Altra cosa, come ha fatto questa persona ad essere così precisa? Lo so, sono doni che si hanno dalla nascita. Anche io ho la stessa capacità. Scrivere a mano sui fogli che non hanno righe ed andare dritto. Non credevo che ci fossero altri “eletti”. Ultimissima riflessione. Capisco che siamo nel 2011 quasi 2012, capisco che tante cose sono cambiate, che il contatto umano non esiste più, che si vive nel pregiudizio, che non ci sono più valori di una volta e che si usano molto di più le labbra inferiori piuttosto che quelle superiori, mettiamoci pure la timidezza e che  magari sei pure impegnata……….. ma non ci siamo. Proprio non ci siamo.
E’ vero che sono il fiero portabandiera del motto la pipa non ha volto, ma non ci siamo!
Ho provato a scattare una foto da poter postare ma il parcheggio era troppo buio e non si vedeva nulla. Domani se c’è il sole la faccio e poi la condivido con voi.
Vi starete chiedendo perché non ci siamo vero? Perché uno come me, cinico, freddo, misogino e infame, che non cerca e non vuole niente si metta a bubare anche su una cosa che apparentemente è quello che vorrebbero tutti gli uomini. Semplice, per due motivi: 1- è ovvio che o è un uomo o è una donna che appartiene ad una specie protetta (celebralmente o fisicamente sempre specie protetta è). Episodi del genere con donne di categoria extra-lusso succedono solo nei film. Una donna di categoria extra-lusso nel mondo vero non si mette a scrivere POSSO SUCCHIARTELO senza punto interrogativo sul vetro della mia Smart. 2- Perché sono stanco di queste storielle futili senza alcun futuro. Basta! Voglio l’amore, l’amore vero, l’amore come si vede nei film…. Su quest’ultima affermazione faccio fatica a crederci pure io……..

Vi lascio con queste perle. Una è apparsa oggi sulla pagina “blasfemia” di Facebook: Secondo il cristianesimo Dio è sempre buono. Del maiale non si butta via niente. L’altra è la tipica reazione che ha un Puro quando su Virgin Radio passano di continuo Gimme Shelter nella versione attuale dei Puddle Of Mudd. Ascoltate l’originale e spengete la vostra cazzo di radio.
La voce femminile è di Lisa Fischer considerata dai “critici” la miglior session vocalist della sua epoca. Mick nonostante gli anni riesce sempre ad inumidire un elevato numero di perizomi e il Rugoso, beh, il Rugoso è sempre il Rugoso.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=T-JqwFg2TpE&w=420&h=315]

Ricordatevi che mentre qualcuna di voi sta entrando in questo blog, io starò entrando dentro qualcuna di voi. O magari qualcuna me lo starà succhiando…….

Spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato
Nonostante tutto,
Matte continua ad odiarvi.

Cheers…

Further reading

Instagram feed

Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.Follow @matteoaiello