Origina(credibi)lità

Matte vi odia tutti.
A prescindere che voi siate uomini, donne o bambini.
Matte vi odia.

Quanto è difficile essere originali oggi?
Troppo. E’ quasi impossibile trovare un qualcosa che non sia né già stato fatto né già stato detto. No, non sto parlando di musica e di film dove veramente è stato fatto proprio di tutto. Mi viene in mente Inception. Un film geniale ma che non mi ha convinto del tutto perché mi è sembrato aver preso il meglio di alcuni film già visti. Un pò di Strange Days (uno dei tre film più sottovalutati di sempre), un pò di Matrix e un pò di Shutter Island (tra l’altro sempre con DiCaprio protagonista). Lo stesso vale per Avatar. Pandora è qualcosa di epico, al pari della Terra di Mezzo e della galassia di Star Wars. Ma cribbio, la storia è identica a quella di Pocahontas. Lui va in avanscoperta nel mondo di lei con pensieri bellicosi che però ripone in un cassetto perché si innamora, sia di lei sia del mondo di lei. I suoi di lui si incazzano e decidono di rastrellare il mondo di lei. Chiaro che alla fine, lui manda in culo i suoi simili e resta da lei. Tutto già visto. Fino alla nausea. E’ lo standard di ogni storia romantico-sentimentale che si rispetti e sinceramente ci,mi, avrebbe un po’ anche stufato.

Lo stesso vale con le donne.
Quanto e in che modo si può essere originali?
Un tempo lo ero. O meglio, facevo cose che mi facevano sentire come un vero Fonzie appoggiato al juke box di Arnold’s. Adesso, ripensandoci, non è che abbia fatto questi grandi colpi di genio. Ho inviato un mazzo di rose rosse in classe alla ragazza che mi piaceva (non la prese benissimo…), ho scritto un libro che sembra un’Odissea omerica (tra l’altro il Matte letterario, con molte meno disavventure, “viaggia” tre anni di più del suo alter-ego ellenico. Son conquiste…), ho dedicato canzoni alla radio (Studio54 per l’esattezza e sempre roba molto rock’n’roll), ho comprato due biglietti per il concerto di Laura Pausini (uno per me ed uno per lei e lei era la stessa delle rose rosse, quindi… ci siamo capiti), ho lasciato un fiore sul tergicristallo di una macchina (meglio che non ricordi a chi l’ho fatto) e mi sono fatto un viaggio in auto più traghetto per andare a trovare una persona che tanto mi piaceva, e con cui sono stato fidanzato due anni, nella sua magione estiva insieme a suo padre, madre e sorella, con tanto di pernotto sul divano come un veterano del couch surfing.
Come ho detto, cose che mi facevano sentire un Fonzie ma che non hanno nulla di eccezionale e che tanti, molti, avranno sicuramente fatto. Penso ai miei amici e l’unica cosa che mi viene in mente è quando un folle dichiarò il suo amore alla sua fidanzata sparando una serie di fuochi d’artificio sulle rive dell’Arno, come se fosse il ventiquattro giugno. La storia non è andata come doveva andare però massimo rispetto. Massimo rispetto un cazzo. Io i fuochi glieli avrei messi nel culo e poi avrei acceso la miccia. Quanto si cambia durante gli anni…

Identico discorso vale quando devi lasciare o scaricare una persona. Qui più che l’originalità conta la credibilità. Perché per quanto tu possa essere puro e sincero, la persona che hai davanti non crederà MAI a quello che dici.
Personalmente la prima cosa che faccio è mettere i famosi puntini sulle i, dicendo che non ho la minima intenzione di impelagarmi in niente. Non per partito preso ma perché non ci credo e perché non mi interessa. Se dieci anni fa mi avessero chiesto: Matte come ti vedi tra dieci anni? Avrei risposto che mi vedo come ora (stiamo sempre parlando da un punto di vista sentimentale). Lo stesso se qualcuno venisse adesso a chiedermi: Matte come ti vedi tra dieci anni? Sempre nello stesso modo! Che svolazzo come una farfalla di fiore in fiore ma senza impallinare nulla. Sono molto egoista, penso solo per me e faccio solo quello che mi va di fare, quindi categoricamente NO! All’inizio sono tutte brave, fanno finta di rispettare la mia scelta, mentre nella loro testolina pensano ai modi, più o meno originali, di far crollare le mie convinzioni. Perché come mi ha scritto una mia amica, ogni donna sa che prima di arrivare al principe azzurro (sì cazzo, sempre lui, qul maledetto effeminato dai capelli biondi e dal cavallo bianco) deve baciare il rospo brutto viscido e nauseabondo (una volta dissi ad una: “hai sbagliato a credere che fossi il rospo. Non vedi quanto sono figo!?! Vabbé, il livello di classe che ho io ce l’hanno in pochi…). Scordatevi che a lei vada bene una  sudicia storia di sesso e basta. I famosi trombamici come si chiamano oggi. Parola di uso sempre più comune dato che il correttore non me la segna neppure di rosso. Perché alla fine si affezionerà. O voi vi affezionerete a lei. Come dice Vasco: ci vuole il pelo sullo stomaco. E non tutti ce l’hanno. A me mancano solo in testa, quindi è per questo che sono così avvantaggiato…

Insomma, come si può fare per essere originali e credibili quando si deve mandare qualcuna in culo?
Semplice, basta sparire. Non farsi più sentire. Non rispondere. Lasciarle con gigantesco punto interrogativo sulla fronte. Mentre sono nella loro cameretta a guardare Dirty Dancing o a leggere il nuovo libro di Fabio Volo o ad ascoltare Someone Like You di Adele, devono aprire tutte le porte della loro mente per trovare una risposta alla vostra scomparsa. E lì la fantasia è l’ultima cosa che verrà a mancare. Perché credetemi, è in situazioni come questa che una donna si ricorda di avere un cervello. Atrofizzato ma comunque presente. Vi sembra poco?
Anche se mi duole ammetterlo, ogni pensiero e ogni porta battuta finirà sempre con la stessa parola: S T R O N Z O .
Quante di voi hanno la coda di paglia? Uuuuuuuuh… Meglio non pensarci…..

Ho chiuso il post parlando di porte, non potevo non mettere i Doors anche se non mi hanno mai preso più di tanto. Soprattutto la figura di Jim Morrison. Infatti a cantare c’è il Benzinaio! La migliore voce rock di sempre. Fede Mercurio incluso…

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=1TxjxzdmFW4&w=420&h=315]

Ricordatevi che mentre qualcuna di voi sta entrando in questo blog, io starò entrando dentro qualcuna di voi.

Spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato
Nonostante tutto,
Matte continua ad odiarvi.

Cheers…

1 comment

Further reading

Instagram feed

Instagram has returned empty data. Please authorize your Instagram account in the plugin settings .Follow @matteoaiello