Tirando le somme

Matte vi odia tutti.
A prescindere che voi siate uomini, donne o bambini.
Matte vi odia.

I numeri non sono mai stati il mio forte. Anzi, li ho sempre detestati. Date storiche, cifre, prezzi, pi greco, non mi sono mai entrati testa per quanto tempo, poco sinceramente, abbia speso per stamparmeli nella mente.
Finisce questa giornata e guardo le visite giornaliere del blog. E’ normale ma spalanco la bocca e mi metto le mani alle tempie come nell’urlo di Munch.


Non posso lamentarmi su quanti visitatori si imbattono giornalmente nelle mie scritture e nei miei pensieri virtuali. Oggi tutti i record sono stati battuti. Anche quelli che mi ero prefissato quando, cinque anni fa, aprii questo blog negli spazi che metteva a disposizione l’odiato Windows Live. Ancora mi viene da ridere quando i miei “amici” leggevano le cose leggermente più profonde che scrivevo e venivano a chiedermi dove le avessi copiate. E’ dura essere credibile quando fai di tutto per sembrare l’opposto.
Ma fatemi capire, anche se c’è poco da capire: è bastato un post protetto da una “comunissima” password per mandarvi tutti in botta?
Cazzo ragazzi, siete messi proprio male allora….
Capisco che c’è la crisi e che tanti sono a casa senza fare una sega, ma perché perdere tempo ad aprire una pagina?
Che cosa posso aver scritto di così importante da voler addirittura nasconderlo? Chissà…….
Leggendo e rileggendo i miei post, non do l’idea di essere il tipo da segreti. Ho raccontato veramente di tutto. Uscite surreali con ragazze cerebralmente assenti, rapporti sessuali più o meno espliciti, rimorchi omosessuali, scatti d’ira, simpatie politiche, disavventure lavorative e perché ce l’ho così tanto con le donne. Ho scritto una guida per giostrarsi meglio in discoteca e ho addirittura raccontato l’epilogo, sotto forma di favoletta, della storia più “importante” che ho avuto. Eppure c’è una cosa che qui dentro non ho mai fatto.
Avrò sputtanato qualcuno/a facendo per la prima volta nomi e cognomi?
Può darsi…….
Tanti, soprattutto tante, si sono sentite tirati dentro ma sempre indirettamente. Non c’era bisogno di farli, i nomi, anche perché chi conosceva la storia sapeva dove, e verso di chi, stavo puntando il mirino. Forse questa volta……
Mi sarò innamorato davvero?
Ci sta, anche se le probabilità sono nettamente inferiori rispetto allo sputtanamento. Però mai dire mai. L’amore è sempre un argomento da trattare con i guanti di seta (almeno scivola via….).
Le motivazioni per cui mi sono voluto nascondere dietro una password ci sono e sono pure innumerevoli.
Però, non vi è venuto in mente che conoscendo il mio cervello bacato, forse non c’è scritto assolutamente niente? Magari qualcuno indovina la “comunissima” parola magica e si trova davanti ad esempio la foto di un dito medio o una parola di quattro lettere che inizia con la F e finisce con UCK o l’immagine delle mie natiche. E se ci fosse una foto pornografica fatta con qualcuna? Mentre mi fa una fellatio a modo o mentre varco il più sacro dei suoi buchi. Mh, non sono poi molto fotogenico, né davanti né didietro né in alto né in basso.
Non vi darò altri aiuti.
Però vi posso dire perché l’ho fatto.
Perché vi odio tutti!
Ma a Natale non dobbiamo essere tutti più buoni. Esatto, ma io non sono tutti! Quindi che altro dire, continuate a provare che forse qualcuno di voi prima o poi ci riuscirà. Adesso non venite a dirmi che non vi interessa scoprirla e che non avete tempo da perdere. Questa volta non è il mio ego a parlare, sono i numeri… Il regalo è qui in camera mia che vi aspetta.

E’ proprio ad immagine e somiglianza di colei che mi ha formato.
Jenna SANTA SUBITO!
Se poi la preferite mora, non capite un cazzo ma basta chiedere…..

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=lbAXCbdH_sQ&w=560&h=315]

Ricordatevi che mentre qualcuna di voi sta entrando in questo blog, io starò entrando dentro qualcuna di voi.

Spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato
Nonostante tutto,
Matte continua ad odiarvi.

Cheers…

Further reading

Instagram feed

Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.Follow @matteoaiello