Bruce Springsteen – Darkness on the Edge of Town

Il quarto album in studio di Bruce Springsteen.
Quello che sarebbe dovuto essere il disco della consacrazione, in realtà è molto di più.
Springsteen smitizza se stesso e l’American Dream di Born To Run, per darci un’immagine dell’America arrabbiata e soprattutto disillusa.
Un disco amaro che uccide ogni sogno, che sbatte in faccia la realtà dell’uomo comune e che lascia una sola speranza: quella di rimboccarsi le maniche e vivere il presente. Bello o brutto che sia. 
Probabilmente il miglior Springsteen di sempre (per me ancora no, arriverà quattro anni dopo) per un disco autentico, cantato dall’artista più autentico di tutti.

Join the discussion

Instagram feed

Error validating access token: The session has been invalidated because the user changed their password or Facebook has changed the session for security reasons.Follow @matteoaiello